Astagiudiziaria.com     Astagiudiziaria.com
Lavoriamo con

TRIBUNALE DI TORINO Fallimento n° 19/2019, Importante vendita fallimentare di FRESA/CENTRO DI LAVORO JOBS GRANDSPEEDER 5 ASSI ANNO 2012. LE RIDUZIONI DI VENDITA VERRANNO ESEGUITE NELLA MEDESIMA GIORNATA FINO AL MAGGIOR OFFERENTE!!

Prezzo base
€ 50.000,00

Con incanto
Scheda aggiornata il 02.08.2019
alle ore 12:49

VENDITA DAL PREZZO BASE CON RIDUZIONI AL MAGGIOR OFFERENTE NELLA STESSA GIORNATA!!

Il giorno 19 settembre 2019 alle ore 10.00 in Moncalieri (To), Via dell’Infanzia n°32, lo scrivente eseguirà la vendita in loco mediante asta pubblica PARTENDO DAL PREZZO BASE E FINO AL MAGGIOR OFFERENTE di FRESA/CENTRO DI LAVORO JOBS GRANDSPEEDER 5 ASSI ANNO 2012

*In caso di invenduto verranno applicate le successive riduzioni, nella medesima giornata, del 30% e del 50% dei rispettivi precedenti prezzi base ed in ultimo al maggior offerente.
*
IL TUTTO VERRA’ ESEGUITO NELLA STESSA GIORNATA!

Previo appuntamento e secondo le modalità che verranno indicate, i giorni 09 settembre 2019 ore 11,00 e 16 settembre 2019 ore 11,00, sarà possibile la visione anticipata del bene, prenotando le visite a mezzo mail (g.dibella@cvgpiemonte.it) indicando numero di procedura, nominativo e recapito cellulare, il tutto corredato di copia di documento di identità valido .

CONDIZIONI DI VENDITA ED OBBLIGO DELL’AGGIUDICATARIO

- La descrizione e le caratteristiche dei beni da alienarsi è indicativa, i quali essendo di provenienza giudiziaria (ex art. 2922 c.c. “Nella vendita forzata non ha luogo la garanzia per i vizi o mancanza di qualità delle cose, essa non può essere impugnata per cause di lesione”), sono venduti secondo la formula del “visto e piaciuto”, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza alcuna garanzia sulla loro funzionalità. Conseguentemente, l’esistenza di eventuali vizi, la mancanza di qualità o difformità delle cose vendute, non potranno dar luogo alla possibilità di recesso, risarcimento, indennità o riduzione del prezzo da parte dell’acquirente insoddisfatto, essendosi tenuto conto di ciò nella valutazione dei beni.


- Non risultando la vendita nell’ambito di procedura espropriativa equiparabile alla nomale immissione dei beni sul mercato ai fini dell’applicazione delle norme in materia di sicurezza tra le quali la disciplina di cui al D.P.R. 459/96 e, in particolare, grava sull’acquirente l’obbligo di procedere, prima della messa in servizio o della rivendita del bene (o dei beni) acquistato, alla verifica dell’esistenza dei requisiti di sicurezza previsti dalla normativa vigente.

- Si dà atto che sul bene oggetto della presente vendita è applicato contrassegno ai sensi della legge n. 1329 del 28.11.1965 (cd. Legge Sabatini) in virtù di atto di vendita con riserva di proprietà a favore di **** e contro ****, registrato presso l’Agenzia delle Entrate di Torino in data 25.7.2012 al n. 11634 e trascritto presso il Registro del Tribunale di Torino al n. 19689 in data 14.11.2012.
Si dà atto che il soggetto in favore del quale era prevista la riserva di proprietà ex L. 1329/1965 ha dichiarato prima d’ora che il prezzo d’acquisto è stato integralmente pagato.
Sono da considerarsi integralmente a carico dell’aggiudicatario/acquirente tutte le spese e gli oneri (nessuno escluso) connessi alla cancellazione del privilegio e alla rimozione del sigillo (a titolo esemplificativo e non esaustivo, spese notarili, di bollo, di registro etc.).”

- L’aggiudicatario dovrà inoltre provvedere a proprie spese e cura, alla rimozione dei rifiuti derivanti dallo smontaggio e asporto dei beni acquistati. Nel caso di rifiuti pericolosi dovrà provvedere a fornire tutta la documentazione comprovante il corretto smaltimento secondo le norme vigenti.

- Nel caso di inadempimento al pagamento del saldo prezzo da parte del soggetto aggiudicatario, lo stesso perderà definitivamente la cauzione versata e sarà perseguito nei termini di legge.

- La vendita sarà effettuata al prezzo base di €. 50.000,00. In caso di invenduto verranno applicate le successive riduzioni, nella medesima giornata, del 30% e del 50% dei rispettivi precedenti prezzi base ed in ultimo al maggior offerente.

- Si precisa che l’eventuale aggiudicazione dei beni (cauzionata per il 10% della stessa), è da intendersi provvisoria, rimarrà infatti impregiudicata la facoltà di sospendere la vendita, ove pervenga, entro le ore 12,30 del 5° giorno di calendario successivo alla data della vendita offerta irrevocabile di acquisto migliorativa per un importo non inferiore al 10% (dieci per cento) del prezzo offerto dal contraente individuato.
In tal caso la vendita relativa ai lotti oggetto di offerta migliorativa verrà sospesa ed il contraente individuato ed i nuovi offerenti saranno invitati ad una nuova gara, che viene già fissata per il giorno 26 settembre 2019 alle ore 10,00, presso il luogo ove attualmente è ubicato il bene sito in Moncalieri (TO) Via dell’Infanzia n°32.
Trascorsi quindi, 5 giorni di calendario senza che pervengano nuove offerte, ovvero dal termine della gara di cui sopra, lo scrivente comunicherà l’esito della gara al Curatore il quale, a sua volta informerà il Giudice Delegato del definitivo esito della gara, secondo il disposto di cui all’art 107 – 5° c. L.F, al fine di far decorrere i termini di cui all’art. 108 L.F.

CAUZIONE E TERMINI DI LIBERAZIONE LOCALI

- La cauzione versata non diverrà anticipo sul prezzo in caso di aggiudicazione e verrà restituita al termine delle operazioni di smontaggio/asporto e smaltimento rifiuti, ovvero trattenuta nell’ipotesi in cui l’immobile il 22 ottobre 2019 risulti ancora occupato dai beni acquistati, non pulito da eventuali rifiuti, e/o danneggiato.

IL TUTTO E’ SPECIFICATO ANCHE NEL MENU’ A TENDINA ALLA VOCE ALLEGATI.